In campo contro il Covid-19

// martedì 24 marzo, 2020 // Categoria: Annunci

Cari soci, amici, volontari e simpatizzanti,

in considerazione del particolare momento di emergenza sanitaria anche l’associazione “Elpis Nave Ospedale”, in sintonia con i propri principi ed obiettivi contenuti nello statuto di costituzione dell’Associazione stessa, è scesa in campo per la lotta alla pandemia in corso sostenendo il servizio sanitario locale con i mezzi e le risorse disponibili sul territorio.

Abbiamo, infatti, messo a disposizione e posizionati due container shelter (rianimazione e blocco operatorio), uno all’ospedale S. Antonio di Trapani e l’altro al P. Borsellino di Marsala, da utilizzare come moduli di isolamento/rianimazione.

Abbiamo, inoltre, donato oltre 350 camici impermeabili da isolamento alla ASP di Trapani e ci stiamo impegnando per continuare a fare ancora di più.

Ma poiché il nostro obiettivo istituzionale principale è sempre stato quello di aiutare i più deboli, chi non può contare su ospedali e attrezzature sanitarie efficienti, chi avendo solo precarie risorse ha più bisogno e rimarrà più vulnerabile verso questa forma di “selezione naturale” in corso, i nostri sforzi maggiori sono sempre rivolti a mantenere funzionale ed efficiente la nave ospedale Elpis che si trova in Madagascar, ove, purtroppo, è arrivato anche il Covid-19.

A tal proposito, pertanto, a maggior ragione, ci proponiamo di riprendere le nostre missioni sanitarie e umanitarie appena saranno ripresi i collegamenti aerei e sarà possibile spostarsi, in quanto, si ricorda, strutture sanitarie, attrezzature e farmaci sono pressoché inesistenti.

Invitiamo, dunque, chi condivide i nostri propositi e si ritiene coinvolto nelle nostre iniziative a manifestare la propria vicinanza all’Associazione mediante il versamento delle quote associative (anche quelle arretrate), ad effettuare donazioni o partecipare all’acquisto di farmaci, presidi ed attrezzature, a coinvolgere anche i non soci a sostenerci per darci forza in questa guerra sia in Italia che in Madagascar, a diffondere il nostro Codice Fiscale al fine di sottoscrivere il 5 per mille.

Come sapete, infatti, la nostra associazione, ad oggi, non avendo avuto finanziamenti pubblici, è andata avanti solo mediante quote associative, 5×1000, campagne di distribuzione di panettoni natalizi e colombe pasquali e ad alcune manifestazioni conviviali espletate ogni anno. In atto queste ultime non sono possibili e, di conseguenza, in questo momento drammatico per tutti, un sostegno per permetterci di continuare a garantire l’efficienza della nave ospedale e profondere aiuti anche sul territorio risulta utile più che mai.

Confidando nello spirito di solidarietà e sensibilità in tutti voi, porgo

Cordiali saluti

Giancarlo Ungaro

 

 

Rispondi

I miei video. Video del momento.