2017 MAGGIO – MISSIONE GAMBIA-BANJUL

REPORT TRASFERIMENTO DI ELPIS DA TRAPANI IN AFRICA E MISSIONI SANITARIE IN GAMBIA

 

 

Si è conclusa da qualche giorno la prima missione sanitaria tra quelle previste, a tappe, durante il  lungo viaggio che la nave Elpis farà,  alla volta del Madagascar, circumnavigando l’Africa.

Partita dal porto di Trapani il 30 aprile scorso , “Elpis” ha percorso circa 2600 miglia marine , per una durata di circa 25 giorni, comprensivi di una sosta forzata , dovuta alle avverse condizioni meteo, a Puerto del Rosario dell’isola di Fuerteventura, nelle Canarie. Il viaggio, inoltre, ha comportato anche altre  brevi soste tecniche per rifornimenti di vario genere ad Annaba ed a Mostaganem (Algeria) e a Nador (Marocco).

durante la navigazione si è potuta  constatare l’efficienza e l’affidabilità della nave e dei vari impianti e si rivolge  un ringraziamento particolare a tutto l’equipaggio che ha lavorato incessantemente e di concerto al fine di mantenere l’efficienza di questo mezzo di solidarietà che, per obiettivo, ha quello di portare aiuto sanitario ai meno fortunati. La loro dedizione professionale, unitamente alla loro sensibilità verso l’obiettivo finale che l’Associazione si propone, è stato un connubio molto apprezzabile e rappresentativo di una forte  espressione sia professionale che di spirito umanitario.

La prima missione sanitaria, programmata prima della partenza di Elpis,  di concerto con l’Associazione SMOMonlus  di Roma, è andata felicemente “in porto” grazie alla fattiva collaborazione del Responsabile del progetto  “Madagascar con l’Elpis”  di detta Associazione, Dr. Mario Rosati  e del  Dr. Marino Zanna , che  già da tempo con diversi accessi, avevano istallato a bordo della nave, con grande professionalità, la postazione odontoiatrica dotata di strumentario, di materiale di consumo e di  farmaci.

Durante la navigazione, si è, poi,  deciso di fare la prima tappa operativa prolungata in Gambia, grazie ad un solerte e fattivo accordo di cooperazione formalizzato ed attivato tempestivamente dal Consolato Generale della Gambia in Italia, per il tramite del Ministro Consigliere e Console Generale, Prof. Avv. Francesco Cristina di Santannera, che ha mostrato molto interesse per la nostra iniziativa ed ha anche gentilmente fornito l’assistenza logistica e di sicurezza necessarie per  la permanenza della nave Elpis nel porto di Banjiul e  per far lavorare al meglio l’equipe sanitaria in missione .

Già, poco dopo  l’attracco in questo porto, alla foce del fiume Gambia,  ci si è   resi conto della evidente e particolare valenza di utilità sanitaria di Elpis per le innumerevoli richieste di assistenza avanzate.Si è lavorato intensamente e senza tregua, ma con la soddisfazione di essere riusciti ad aiutare,al meglio delle nostre possibilità,il maggior numero di persone che hanno richiesto il nostro intervento, in un paese con notevoli carenze sanitarie.

Il 26/5/2017 l’attività sanitaria è stata svolta dai Dott.ri Giancarlo Ungaro e Paolo Grillai.

Dal 28/5 al 3/6/17 hanno lavorato costantemente a bordo gli odontoiatri Dr. Mario Rosati ed il Dr. Marino Zanna, che si ringraziano di vero cuore per la sensibilità e la  professionalità messa in campo senza alcun risparmio di energie e di tempo impiegate per alleviare le altrui sofferenze e per il grande spirito di adattamento al contesto lavorativo e di vita comune, che ha reso molto gradevole e serena la missione, creando delle ottime premesse per future collaborazioni.

Nello stesso periodo il dr. Giancarlo Ungaro e la dott.ssa Rosalba Caizza hanno alternato il loro lavoro a bordo con accessi presso la clinica governativa Leman Street Clinic.

In una sola settimana di lavoro sono state visitate oltre 300 persone, tra le quali moltissimi bambini. Alcuni pazienti sottoposti ad interventi di piccola chirurgia ambulatoriale, altri a medicazioni e somministrazione di farmaci e, moltissimi, a cure odontoiatriche.

L’attività sanitaria è stata supportata  anche da Isaac Dadzie e da Kodrolli Xhedet, membri dell’equipaggio,   e dai militari del luogo , che si ringraziano sentitamente per essersi  adoperati al massimo, al fine di  evitare massive affluenze di persone a bordo, regolarizzandone l’accesso.

L’attività sanitaria a Banjul riprenderà e continuerà  fino alla fine del mese di giugno, grazie all’arrivo di altro team sanitario composto da specialisti in  cardiologia, ginecologia e pediatria, che saranno affiancati da un  infermiere, da una insegnante di coreografia pedagogica ed esperta in movimento terapeutico e da un operatore logistico.

La nave rimarrà per tutto il mese di giugno e la prima parte di luglio  nella Gambia e, nel proseguo, facendo  rotta verso il Madagascar, effettuerà altre tappe sanitarie probabilmente in Senegal e sicuramente in Costa d’Avorio ed Angola ove, già da qualche tempo, sono in corso di formalizzazione accordi di cooperazione.

La riuscita della prima delle  missioni sanitarie a bordo di Elpis è stata per noi il riscatto di anni di duro lavoro, di tante speranze a volte disattese,  di  tira e molla per le necessarie autorizzazioni  burocratiche, di illusioni e di amare disillusioni e di tanto altro ma, alla fine l’obiettivo è stato raggiunto e questo premio è stato anche coronato   dal ringraziamento personale del neo-Presidente della Gambia, pervenuto per il tramite del Console Generale di tale Stato.

Questa breve illustrazione vuole essere anche un richiamo all’attenzione per chi  crede nella solidarietà sanitaria verso le popolazioni a basso reddito e più bisognose di salute in ambito internazionale  e soprattutto un appello a medici, infermieri e volontari  per dare continuità alle nostre missioni sanitarie con motivati partecipanti.

Dott.  Giancarlo Ungaro – Presidente di Elpis Nave Ospedale Onlus

 

D.ssa Rosalba Caizza              Drf. Giancarlo Ungaro            Dr. Paolo Grillai

——

Nave Ospedale Elpis sempre ormeggiata nel Porto di Banjul in attesa dell’arrivo del secondo Gruppo di Volontari.

Bordo 28-29-30-31 Maggio 2017

 

Porto di Banjul (Gambia)

PROSEGUONO LE ATTIVITA’ SANITARIE

con l’Equipe Sanitaria del primo Gruppo

 

Operatività medica

l’attività sanitaria prosegue in maniera frenetica a causa del gran numero di persone bisognose di visite mediche e cure.

Il nostro arrivo si è immediatamente diffuso in tutta la regione.

- Giornalmente svolgiamo circa 80-90 prestazioni sia odontoiatriche che visite generali e    specialistiche;

- Molti casi di dermatiti ma anche molte patologie dentarie, poliartrosi, molti casi di infezioni delle vie urinarie e degli organi genitali, malattie trasmissibili sessualmente, patologie addominali.

A causa della straordinaria affluenza di pazienti e delle continue prestazioni odontoiatriche che si svolgono nella Sala Multifunzione della Nave, per soddisfare tutte le domande di visita e cure, è stato predisposto, di concerto con le Autorità Sanitarie locali,  un piano provvisorio, per appoggiarci, logisticamente e parzialmente, presso la locale struttura sanitaria governativa “LEMAN STREET CLINIC” ove a giorni alterni prestiamo la nostra opera.

A bordo patologie odontoiatriche, accertamenti diagnostici, piccoli interventi chirurgici.

BOOK FOTOGRAFICO

****

Bordo 27 Maggio 2017

Porto di Banjul (Gambia)

 

INIZIO ATTIVITA’ SANITARIA

Equipe Sanitaria

 

- Capo Missione Dr. Giancarlo Ungaro – medico chirurgo;

- Dott.ssa Rosalba Caizza – internista, specializzata in Medicina del Lavoro;

- Dr. Marino Zanna – odontoiatra – appartenente alla SMOMonlus di Roma;

- Dr . Mario Rosati – odontoiatra – appartenente all SMOMonlus di Roma;

 

Dr. Giancarlo Ungaro                                       D.ssa Rosalba Caizza

Dr. Mario Rosati                                                   Dr. Marino Zanna

 

Operatività medica

l’attività sanitaria si svolge in maniera frenetica a causa del gran numero di persone bisognose di visite mediche e cure ma ordinata e proficua, a volte però, per regolarne l’affluenza abbiamo ricevuto un piccolo, non forzato, aiutino da parte di militari locali. L’attività sanitaria si svolge a bordo di Nave Elpis, mentre la sala di attesa è stata realizzata con la tenda autogonfiabile in dotazione, montata sulla banchina ove è ormeggiata la nave.

Moltissime visite odontoiatriche, numerose estrazioni e cure orali sono svolte dai Dottori Mario Rosati e Marino Zanna – quasi ininterrottamente dal mattino alla sera – nella sala operatoria multifunzione della nave ove esiste ambulatorio dentistico.

Anche per le attività di medicina generale e specialistiche praticate dai Dottori Rosalba Caizza e Giancarlo Ungaro, c’è una grandissima affluenza di pazienti.

Si eseguono continuamente, senza sosta, visite generiche e specialistiche praticando medicazioni e terapie specifiche.

Patologie di tutti i tipi come ad esempio specifiche malattie dermatologiche, sintomi gastro-intestinali, parassitosi, micosi diffuse, infezioni occhi e orecchie, infezioni ginecologiche, infezioni delle vie urinarie, ipertensione arteriosa, febbre e dolori diffusi, allergie, ferite, traumi e tanto ancora.

Tutto con grande soddisfazione dei pazienti trattati.

BOOK FOTOTRAFICO

 

video attività

****

Bordo 26 Maggio 2017

Porto di Banjul (Gambia)

Banjul (in passato Bathurst) è la capitale del Gambia, ed ha una popolazione di 34.589 abitanti, anche se con le zone periferiche raggiunge 523.589 abitanti (censimento 2003). È situata sull’Isola di S.Mary, nel punto in cui il fiume Gambia sfocia nell’Oceano Atlantico. (da Wikipedia l’enciclopedia libera)

l’accoglienza del Governo locale è stata ottima, felicissimi del nostro arrivo sia per aver ben concluso questa prima lunga navigazione che per gli aiuti umanitari programmati che con i nostri sanitari volontari abbiamo già iniziato. La cordiale visita di cortesia di Funzionari del locale Ministero della Sanità, ha avuto un esito estremamente positivo; visitando i locali sanitari della nave, infatti, hanno espresso sentiti ringraziamenti per la nostra missione in Africa ed in particolare nel loro Paese nonchè elargito complimenti per le strutture e le dotazioni sanitarie della nave.

Anche la visita del Ministro Consigliere, Console Generale della Repubblica della Gambia,  Prof. Avv. Francesco Cristina, è stata estremamente positiva richiedendo  la nostra permanenza in Banjul  per almeno tre mesi.